image

Carnevale a Roma 2016 – torna a l’appuntamento con il Carnevale Romano

Link sponsorizzati

gen 19
Canevale Romano

Carnevale Romano

Quest’anno il carnevale sarà in anticipo rispetto al solito, da fine gennaio al 9 febbraio, giorno del martedì grasso, maschere, travestimenti, giochi di luce, festeggiamenti invaderanno il Centro di Roma, per la grande festa del Carnevale che riproporrà, in chiave moderna, quelli che erano i festeggiamenti del carnevale di Roma.

Per oltre una settimana le vie del cemtro storico della capitale, via del Corso, piazza del Popolo, piazza di Spagna e piazza Navona, saranno dei veri e propri  teatri a cielo aperto dove si esibiranno clown, personaggi bizzarri o maschere celebri come Arlecchino, Colombina e Pulcinella.

Nato nel Medioevo, il Carnevale Romano ha la sua massima esplosione dopo l’elezione di Papa Paolo II, il quale concentrò nel centro storico la maggior parte dei festeggiamenti. I luoghi del Carnevale erano soprattutto Piazza Navona, dove venivano organizzate rappresentazioni ludiche e fuochi d’artificio, Piazza del Popolo, luogo di partenza dell’avvenimento più importante del Carnevale, la corsa dei Bèrberi, Via del Corso, lungo la quale si svolgeva la corsa che si concludeva a Piazza Venezia.

Oggi invece il “Gran Carnevale Romano” si svolge in una popolosa area già spontaneamente attiva nei festeggiamenti carnascialeschi: il V Municipio, nel tratto compreso tra Portonaccio e Casal Bruciato (di fronte ai gloriosi stabilimenti cinematografici ex De Paolis, oggi Studios).

Da non perdere la storica Sfilata in Maschera di Via Tiburtina, lunga oltre 1 km e ricca di carri allegorici e gruppi in maschera. Un grande spettacolo con le antiche e nuove Maschere Romane, Tiburtello, la Bella romanina, Rugantino, il dott Gambalunga e tante altre.

In Italia carnevale è soprattutto Venezia , per  le informazioni sugli eventi in programma leggi Gli eventi del Carnevale Venezia 2016

Elzo Durt solo show. Terrorist du bonheur

Link sponsorizzati

dic 16
Terrorist du bonheur - Elzo Durt

Terrorist du bonheur - Elzo Durt

Dal 12 dicembre al 30 Gennaio 2016 alla Nero Gallery è allestita la mostra Elzo Durt. Terrorist du bonheur

In mostra più di ottanta opere tra serigrafie e stampe che riassumono il suo percorso artistico di Elzo, con più di venti opere inedite. Elzo Durt nato a Bruxelles nel 1980  ,dopo di un’adolescenza trascorsa tra skateboard e cultura punk, si laurea in graphic design presso la Scuola di Ricerca Grafica, iniziando a inondare il Belgio con il suo immaginario psichedelico e punk.

Le opere uniscono due immaginari dell’artista ,quello punk e post-punk caratterizzato da tratti irriverenti e surreali e, quello più razionale e geometrico tipico del modernismo tedesco e della Art Nouveau.  Terrorist Du Bonheur, è un viaggio nell’anima di musicista punk e quella di design e grafico di Elzo, le opere sono immagini rubate alla vita quotidiana e ai media che l’artista ha rielaborato creando un nuovo e bizzarro soggetto. L’universo di Elzo intriga e affascina lo spettatore dando ad esso la chiave di lettura di un universo dai colori eccentrici ed irreali (fluo e pastello) conducendolo in un mondo enigmatico e sognante, in cui la cognizione della realtà si perde tra i colori e le immagini.

Se prenoti un weekend a Roma avrai l’opportunità di visitare questa mostra alla Nero gallery ubicata al Pigneto, quartiere vivace e sfacciato amato dagli amanti della buona cucina a da artisti in cerca di ispirazione. Assolutamente da scoprire !

Bed and Breakfast Roma Pigneto

Sister Act il Musical

Sister Act il Musical

Notoriamente Roma celebra il suo veglione di Capodanno in Piazza del Popolo. Fuochi d’artificio e grandi prestazioni musicali attirano una folla enorme desiderosa di ballare e brindare . Il monumento di Vittorio Emanuele II, Piazza Navona, il Colosseo sono i luoghi più popolari in cui le persone si riuniscono per il fatidico conto alla rovescia in attesa di accogliere il nuovo anno con le braccia aperte tra fuochi pirotecnici e bicchieri di spumante. Roma è un luogo storico e la notte di Capodanno ogni location offre a tutti spettacoli straordinari

Per una Capodanno a Roma diverso dal solito vi suggeriamo il teatro e in modo particolare la serata speciale di Capodanno il 31 dicembre al Teatro Brancaccio.

Basato su film Sister Act che consacrò Whoopi Goldberg nell´indimenticabile ruolo di Deloris,  arriva per prima volta arriva al Teatro Brancaccio dal 10 dicembre Sister Act - il Musical. Con le musiche originali di Alan Menken, le liriche di Glenn Slater e il testo di Cheri e Bill Steinkellner , Sister Act - il Musical è uno spettacolo la cui travolgente colonna sonora, vi accompagnerà attraverso le atmosfere di un locale notturno della Philadelphia degli anni ´70 fino al rigore di un convento, dove è in arrivo il ciclone Deloris, ovvero Suor Maria Claretta.

I venticinque brani musicali spaziano dal soul, funky e disco anni ´70, alle ballate pop in puro stile Broadway, in cui si mescolano splendidamente i cori Gospel e le armonie polifoniche. I testi e le liriche vi faranno vivere una storia incalzante e divertente tra gangster e novizie, inseguimenti, colpi di scena, rosari, paillettes con un finale davvero elettrizzante. Non mancate !

Se la vostra idea di Capodanno è invece quella della tranquillità, vi suggeriamo un Capodanno in Toscana, piccole città e antichi borghi vi aspettano !

AMICOH a Roma

AMICOH a Roma

Natale a Roma è sempre un evento carico di fascino e magia. Se hai deciso di viverne l’atmosfera con gli amici o la famiglia, ti consigliamo di prenotare un alloggio Roma e dedicarti ai luoghi e gli eventi che Roma ti offre. Da non perdere assolutamente è lo spettacolo in programma il 25 e 26 dicembre 2015 all’Auditorium Parco della Musica.

Anthony Morgan’s Inspirational Choir of Harlem

AMICOH è un gruppo che attraverso alcune delle voci più uniche di New York ,spazia dal gospel al jazz, dal pop al r&b, portando in giro per il mondo l’amore per Dio e per la musica

I membri dell’AMICOH hanno suonato nei più importanti cori gospel al mondo. In Italia hanno suonato in alcuni dei teatri più prestigiosi entusiasmando il pubblico, del Teatro Smeraldo e dello storico club Blue Note di Milano, dove il pubblico completamente travolto dalla musica, ha cantato e ballato per tutto il concerto

Il gruppo ha tenuto seminari e workshop di altissimo livello presso numerose corali gospel in Italia.

Anthony Morgan’s Inspirational Choir of Harlem
Auditorium Parco della Musica
25/12/2015 Sala Sinopoli ore 18:00
26/12/2015 Sala Sinopoli ore 11:00

Cento Presepi

Cento Presepi

Avete in programma di trascorrere le feste Natalizie a Roma e siete alla ricerca di interessanti eventi che possano coinvolgere anche i più giovani ? Anche quest’anno si rinnova la tradizionale rassegna detta dei 100 Presepi , dal 26 novembre 2015 al 10 gennaio 2016 nelle suggestive Sale del Bramante, si potrà assistere a questa rassegna d´arte presepiale iniziata nel 1976 , volta a  riaffermare la tradizione tipicamente italiana dei presepi

I presepi hanno ambientazioni diverse: da quelle classiche del seicento e settecento napoletano e siciliano e dell’ottocento romano a quelle avveniristiche espresse con cristalli, ferro e luci colorate , motori d’auto, televisori, damigiane ed altro. I presepi e le figure presepiali d’epoca, provenienti da musei e da collezioni private, sono opere realizzate dai caposcuola e dagli artisti più rinomati vissuti nel passato, e provengono dalle regioni di più antica tradizione presepiale come la Campania, il Lazio, la Liguria, la Puglia, la Sicilia e dall’estero.

Lo scopo della rassegna e quello di portare all´attenzione della gente, in particolare bambini e giovani, opere presepiali rispettose dei valori della pace e della fratellanza dei quali il Presepe è portatore, al fine di ripristinare nelle famiglie l´usanza del presepe.
Ulteriore finalità quella di promuovere il Presepe e diffonderne conoscenza allestero, grazie ai numerosi  turisti stranieri che visitano Roma nel periodo natalizio. La vocazione internazionale dell’evento è d´altra parte testimoniata dall´esposizione di circa 200 presepi ogni anno nuovi, di cui oltre 50 provenienti dai cinque continenti.

I presepi, provengono da quasi tutte le regioni italiane e da circa 25 paesi esteri; sono opere di artisti e artigiani italiani e stranieri, collezionisti, amatori, studenti di scuole elementari e medie, rappresentanti di associazioni culturali e impegnate nel sociale, di Enti statali e locali e da musei nazionali ed esteri.
Per la creazione delle statuine vengono utilizzati materiali vari,  corallo ,argento,  porcellane, vetro , bronzo, ceramica argilla,  ferro battuto,  legno. Sorprendenti sono quelle in cioccolata, pane, pannocchie, mais, tappi o bottoni, gusci di frutti di mare, paste alimentari, candele d’auto, matite e altri materiali

Per il pernottamento ti invitiamo a prenotare un  B&B a Roma : molti di essi si trovano non lontani dalla zona della Sala del Bramante,  a pochi passi della bellissima Piazza del Popolo.

A qualcuno piace classico

A qualcuno piace classico

Anche quest’anno si rinnova a Roma l’appuntamento con A QUALCUNO PIACE CLASSICO, la rassegna di capolavori della storia del cinema che si tiene al Palazzo delle Esposizioni di Roma per la gioia degli amanti del cinema . L’ ingresso libero fino a esaurimento posti vi consentirà di scoprire o riscoprire alcune pietre miliari della’ arte cinematografica, presentate esclusivamente in pellicola 35mm . La rassegna  partita martedì 27 Ottobre con la commedia, L’orribile verità di Leo McCarey, proseguirà  fino al 31 maggio 2016, rendendo omaggio alla Hollywood dei tempi d’oro anche nei film di maestri come John Ford (la rarità Il prigioniero dell’isola degli squali), Joseph L. Mankiewicz (Lettera a tre mogli), Rouben Mamoulian (Il segno di Zorro), Charlie Chaplin (Luci della ribalta), senza dimenticare un giovane Orson Welles protagonista con Joan Fontaine de La porta proibita. Le nazioni incluse nella rassegna A qualcuno piace Classico sono la Spagna ( Lo spirito dell’alveare di Victor Erice ), la Russia di Solaris, tra i massimi capolavori di Tarkovskij (versione originale integrale), e l’Ungheria (Silenzio e grido, di Miklós Jancsó). Dall’Inghilterra sono in programma Figli e amanti di Jack CardiffI misteri del giardino di Compton House, clamoroso esordio di Peter Greenaway, nonché Cul de sac, di Roman Polanski. Un Melville inusuale (Leon Morin prete) e un Resnais d’annata (Mon oncle d’Amerique, Grand Prix a Cannes)tengono alta la bandiera francese, mentre per l’Italia è in programma Umberto D., il capolavoro della maturità di De Sica che completa questo viaggio entusiasmante, impossibile da mancare per ogni amante del grande cinema.

Cinefili d’Italia datevi da fare… prenotate un bed and breakfast Roma centro e godetevi gratuitamente i capolavori del cinema mondiale !

A qualcuno piace Classico
Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema

Via Milano, 9,Roma

Walter Bonatti

Walter Bonatti

Dal 08/10/2015 al 31/01/2016 presso l’Auditorium Parco della Musica è possibile visitare la stupenda mostra fotografica del grande alpinista e esploratore Walter Bonatti. 30 anni di viaggi alla scoperta dei luoghi meno conosciuti

Intitolata “Fotografie dai grandi spazi” la mostra è un insieme di immagini straordinarie stampate in grande formato quasi a formare un lungo racconto visivo, un’avventura esistenziale unica che ripercorre oltre 30 anni di viaggi alla scoperta di luoghi pressoché sconosciuti tra i più impervi della Terra. Alla fotografia e alla scrittura delle le proprie avventure, Bonatti si dedico con la stessa devozione con cui imparò i segreti della montagna. Il mestiere di fotografo per grandi riviste italiane,lo portò a cercare di trasmettere la conoscenza dei luoghi più estremi del nostro pianeta. Tra le sue numerose immagini sono da ricordare i grandiosi “autoritratti ambientati” i paesaggi in cui si muove sono luoghi di contemplazione e di scoperta. Bonatti si pone davanti e dietro l’obiettivo, rappresentando in un modo del tutto originale la fatica e la gioia per una scoperta.

Le fotografie sono accompagnate da note composte dallo stesso autore, reperti originali e interventi video sulla sua esperienza in montagna e sul “personaggio” Bonatti.

Scopri la straordinaria professionalità di un grande reporter, prenotando su bbitalia.it un week end a Roma all’insegna dell’arte fotografica e della la passione per l’avventura !

Balthus a Roma

Balthus a Roma

Le Scuderie del Quirinale di Roma, il Kunstforum di Vienna e l’Académie de France / Villa Medici presentano la prima grande retrospettiva dell’opera di Balthus in Italia. Curata da Cecile Debray, curatrice del Musée National d’Art Moderne/Centre Pompidou, con la consulenza scientifica di Jean Clair, Matteo Lafranconi per Roma ed Evelyn Benesh per Vienna,  la mostra comprenderà, accanto a vasta selezione di fotografie e disegni, oltre ottanta dipinti provenienti da importanti musei e collezioni private. Lo scopo dell’esposizione è quello di mostrare al visitatore i vari aspetti della carriera di Balthus, regalando una visione inedita dell’originale opera di questo protagonista dell’arte del Novecento.

L’amore di Balthus per l’arte italiana iniziò nel 1961 (fu il Rinascimento toscano,in particolare Piero della Francesca e il Mantegna, a segnare la fase giovanile del pittore)

nel corso del suo lungo soggiorno a Roma come direttore di Villa Medici; in quel periodo approfondì lo studiò  delle tecniche del disegno e dell’affresco e progettando di restauro del palazzo e dei giardini, guardando con un approccio originale, a volte ambiguo, al rapporto tra il passato e il presente.

La mostra presenterà l’opera di Balthus seguendo un itinerario con lo scopo di a evidenziare l’influenza di modelli letterari quali Cime tempestose di Emily Brontë o Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll; sottolineare l’importanza di alcune amicizie (Artaud, Giacometti) o illustrare i procedimenti tipici della sua pittura, il suo personalissimo modo di impiegare i modelli, il disegno, la fotografia e la scenografia dei suoi atelier.

Balthus in mostra alle Scuderie del Quirinale dal 15 ottobre 2015 al 24 gennaio 2016.

Sono molte le mostre in programma a Roma nei prossimi mesi, scopri cosa offrono i Musei capitolini leggendo qui..

Ben Harper and The Innocent Criminals

Ben Harper and The Innocent Criminals

Ben Harper e The Innocent Criminals tornano a suonare insieme a Roma in un tour inaugurato da quattro concerti al leggendario Fillmore di San Francisco.

La prima volta di Ben Harper in Italia fu vent’anni ,il 28 giugno del 1995, quando ancora sconosciuto Ben Harper salì sul palco dell’Arezzo Wave per presentare alcuni brani del suo secondo disco. La band non suonava insieme dal lontano dal 2008 , ma come dice lo stesso Harper “per me ormai sono come una famiglia. Con loro per queste date ho scelto di suonare soprattutto canzoni vecchie, poche cose nuove, quindi più o meno da Fight For Your Mind fino a There Will Be a Light . Poi vedremo”.

La band  The Innocent Criminals , composta dal percussionista Leon Mobley, il bassista Juan Nelson, il batterista Oliver Charles, il tastierista Jason Yates e il chitarrista Michael Ward –, ha iniziato il suo percorso nel 1993. Harper e la band sono stati in tour per 15 anni senza mai fermarsi, guadagnandosi legioni di fans grazie alle loro esplosive performance live.

L’appuntamento con il pubblico romano è alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma il prossimo 20 Luglio. Se è vero che Ben Harper ha venduto milioni di dischi in tutto il mondo, è sul palcoscenico che lui e The Innocent Criminals si sono affermati come una delle band più versatili e forti al mondo.
Ecco le altre date del tour italiano

  • 17 luglio Piazzola sul Brenta (Pd), Anfiteatro Camerini – Hydrogen Festival
  • 18 luglio Genova, Arena del Mare
  • 22 luglio Milano, Assago Summer Arena – Postepay Milano Summer Festival

Per maggiori informazioni sugli evento musicali in programma a Roma leggi anche Rock in Roma 2015. I concerti da non perdere

Al Chiostro del Bramante dal 16 marzo 2015 al 26 luglio 2015 un evento particolare, una mostra dedicata al pittore russo Marc Chagall. La mostra presenta 140 opere, provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme, che racconta la storia del rapporto tra il pittore e sua moglie, per lui sempre stata fonte di ispirazione. La mostra Chagall love and life racconta attraverso le sue opere tutte le tappe della sua vita e l’intensa storia d’amore con la sua compagna.

Visitare la mostra di Chagall è come sfogliare un libro che non solo racconta la poetica dell’artista ma ripercorre anche la storia del ‘900. Si sa, un viaggio a Roma ha sempre un senso, non si ha bisogno di andarci per un evento ma ci sono delle occasioni che non bisogna perdere, penso alla mostra di Matisse che ancora possiamo visitare, penso alla visita al Cantiere della Domus Aurea per camminare nella storia, ed ora anche alla mostra di Chagall. Roma non è solo la capitale d’Italia ma anche un riferimento nel Mondo per la cultura e la storia.

Non abbiamo bisogno di sponsorizzare la città ma condividere con tutti voi la bellezza della nostra città e consigliarvi di organizzare un viaggio a Roma è davvero ciò che più ci rende orgogliosi.