Martedì prossimo 12 novembre debutta a Roma al Teatro Piccolo Eliseo Patroni Griffi un capolavoro assoluto del ‘900: “Il soccombente” di Thomas Bernhard.

E’ un appuntamento da non perdere e sarà in scena a Roma fino all’8 dicembre. Protagonista l’attore Roberto Herlitzka, insignito quest’anno del Nastro d’Argento alla Carriera e del David di Donatello, “Il soccombente”, nella riduzione teatrale a cura di Ruggero Cappuccio e Marina Sorrenti, racconta di due studenti di musica che incontrano Glenn Gould nella Salisburgo degli ’50.

Davanti al genio del famoso pianista, i due amici, Wertheimer e l’Io narrante decidono di lasciare gli studi, poiché presto si rendono conto è impossibile competere con la bravura di Glenn Gould. Entrambi decidono di non suonare mai più. Non solo, qualche anno dopo Wertheimer, si suiciderà e l’Io narrante si ritirerà in una sua dimensione personale per vivisezionare tutto ciò che incontra, dalle parole alla mediocrità delle persone.

Vedere Herlitzka nei panni del narratore de “Il soccombente” è un’occasione unica, da associare a un weekend a Roma.

Andare a teatro a Roma non è poi così difficile e costoso.

Qui di seguito qualche informazione che potrà tornarvi utile:

Teatro Piccolo Eliseo Patroni Griffi, via Nazionale 183

Orari recite martedì, giovedì, venerdì, sabato ore 20.45 sabato 23 novembre e 7 dicembre doppia recita: ore 16.30 e 20.45 mercoledì, domenica ore 17.00

Costo del biglietto posto unico da €11 a €20