Da pochi giorni è stata inaugurata a Roma a Palazzo delle Esposizioni un’importante mostra: dal 19 febbraio al 1 maggio a Roma si terrà la mostra

   Aleksandr Deineka. Il

maestro sovietico della

 modernità.

Il 2011 è l’anno dedicato ai rapporti fra il nostro paese e la Russia e questa mostra sul più importante pittore realista dell’ex Unione Sovietica si iscrive nel programma di scambio culturale italo-russo previsto per l’anno in corso.

Deineka soggiornò a Roma nel 1935: i suoi genitori erano i medici dell’ambasciata sovietica a Roma e qui dipinse molte importanti opere. E’ simbolico infatti che questa esposizione, la prima di Deineka al di fuori della Russia, abbia luogo proprio nella capitale. La mostra, curata da Matteo Lanfranconi è stata organizzata in collaborazione con la Galleria Statale Tret’jakov di Mosca e contiene più di 80 capolavori provenienti non solo dalla citata galleria di Mosca, ma anche dal museo statale di Kursk e da quello di S. Pietroburgo.  Deineka oltre ad essere pittore era anche illustratore, grafico e scultore e nella mostra potrete ammirare vari esemplari di queste arti figurative che dovevano rappresentare il volto dell’uomo nuovo di Stalin con lo sguardo rivolto al futuro e fiero di vivere nel socialismo reale.